Riqualificazione

Nonostante si parli molto di consumo zero del suolo, ancora oggi nei vari angoli del paese si vedono cantieri attivi per la costruzione di edifici nuovi, e nuovi permessi per costruire sono stati anche recentissimamente concessi, tra l’altro in zone prive o quasi di servizi.

Parlando con le persone si capisce che è radicata l’idea che ristrutturare sia più costoso che edificare da zero. Eppure, le politiche di incentivazione da diversi anni permettono di trasformare a prezzi ragionevoli il vecchio e di riqualificare l’esistente.
Gli esempi virtuosi intorno a noi non mancano: perché non attuare e accompagnare questa buona prassi anche a Fiesso? Le opportunità certo non mancano; forse è arrivato il momento di provarci e di contribuire ad efficientare i tanti edifici costruiti in economia diverse decine di anni fa. Tutto sommato ne gioverebbe anche l’aspetto del paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *