LETTERA APERTA AGLI OPERATORI DEI SETTORI DELL’ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO E DELL’INDUSTRIA.

Associazione Artigiani della Riviera del Brenta

LETTERA APERTA DEL CANDIDATO SINDACO MARCO STOFFELLA E DELLA LISTA CIVICA PERFIESSO AGLI OPERATORI DEI SETTORI DELL’ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO E DELL’INDUSTRIA.

Abbiamo letto con grande interesse gli spunti del Presidente dell’Associazione Artigiani della Riviera del Brenta, Luca Vanzan, usciti sugli organi di stampa.

Io e la mia lista abbiamo approfondito i mesi scorsi e in questa campagna elettorale gli aspetti inerenti il commercio, le attività produttive, in generale l’economia di Fiesso d’Artico e della Riviera del Brenta. Vogliamo quindi dare una risposta agli operatori del nostro territorio specificando meglio i punti del nostro programma su questo aspetto.

Per noi il commercio al dettaglio è un elemento fondamentale per la vitalità di una comunità e di un territorio. Il nostro impegno sarà quello di mettere in rete le attività oggi presenti e di aiutarle ad essere competitive, in particolar modo nel commercio al dettaglio di vicinato. 

Sarà nostra cura agevolare la possibilità di individuare un parcheggio prossimo ai negozi per poter invitare il passante distratto a fermarsi in Riviera del Brenta, e quindi potenzialmente ad acquistare i prodotti. Vogliamo interessarci e stimolare le diverse filiere della moda, del piccolo mercato, del mercato a chilometro zero, della ristorazione e del take away.

Entrando nello specifico, il nostro primo obiettivo sarà quello di definire un “marchio” che individui Fiesso d’Artico e la Riviera del Brenta come una entità capace di offrire risposte anche di nicchia alle necessità del nostro territorio. Naturalmente questo potremo farlo a livello intercomunale. 

Pensiamo quindi ad un vero e proprio ‘marchio della Riviera del Brenta’, cioè una identificazione delle attività produttive come garanti del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità nei processi produttivi e nella gestione aziendale; considerando valori fondamentali la salute, la sicurezza e i diritti dei lavoratori. 

Ecco quindi che l’economia della Riviera del Brenta avrebbe la peculiarità di essere esempio di sviluppo etico e responsabile, crediamo che questo possa anche attrarre maggiori investimenti, risorse, fruitori e turisti. 

La scelta del “marchio” verrà fatta con la massima partecipazione degli operatori e delle associazioni di categoria, per generare già dall’individuazione del “marchio” una modalità aggregativa capace poi di proseguire in attività commerciali di più ampio respiro. 

Questa è l’applicazione concreta del legame che intendiamo noi tra economia ed ambiente.

Anche l’urbanistica e le infrastrutture pubbliche dovranno saper valorizzare le attività commerciali ed artigianali già esistenti, in particolare quelle poste lungo l’asse di comunicazione identificato con la SR11, restituendo l’impressione di un distretto unitario dedicato al commercio specializzato.

La stessa Regionale, oggi caratterizzata da un traffico prevalentemente di attraversamento, dovrà configurarsi   come una strada cittadina, trovando inoltre episodi e spazi per poter ricucire gli esercizi commerciali esistenti e, soprattutto, per incentivare nuove attività commerciali ed artigianali che andranno ad inserirsi nell’ambito del centro urbano. In pratica la SR11 dovrà essere al servizio dei cittadini e del turismo. Anche le piazze dovranno rientrare all’interno di questa complessiva opera di ricucitura e di rilancio; quella principale dovrà progressivamente perdere la sua funzione di parcheggio per potenziare della sua naturale funzione, vale cioè a dire di incontro e di commercio qualificato.

Tornando a quanto indicato da Luca Vanzan, siamo sicuramente d’accordo sull’intraprendere tutte le iniziative per contrastare il lavoro senza regole nei vari ambiti, per quello del benessere nella nostra lista c’è anche un’imprenditrice che lavora da 15 anni nel settore e lo conosce molto bene.

Per quanto riguarda le gare di appalto e la specializzazione dei lavoratori pensiamo ad un tavolo permanente di confronto tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria per lavorare in sinergia e per uno scambio di informazioni, idee e proposte comuni.

Sono e siamo comunque a disposizione per un incontro o momenti di approfondimento con tutti gli operatori dei settori economici di Fiesso d’Artico che lo volessero.

Marco Stoffella
Paolo De Gaspari

Lista Civica PerFiesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *